“La gabbia dell’euro” di Domenico Moro [audio]

“La gabbia dell’euro” di Domenico Moro: audio parziale della presentazione a Molfetta sabato 23 Giugno in piazza Paradiso 20.

“La questione dell’uscita dall’euro non è una questione inerente alla difesa della nazionalità, bensì inerente alla democratizzazione dello Stato e, più precisamente, alla modificazione del rapporto tra Stato e classi subalterne al capitale.”

Quasi tutti a sinistra criticano le politiche che sono la conseguenza dell’adesione all’Unione monetaria e all’Unione europea, vincoli di bilancio e tagli allo stato sociale. Eppure quando si affronta la radice del problema, l’euro e l’Unione europea, scatta un riflesso condizionato per cui si bolla l’uscita dall’euro e dall’Unione europea come un’idea regressiva e “di destra” che implicherebbe il ritorno agli Stati-nazione ossia l’anticamera del nazionalismo e del fascismo.
Scambiare l’internazionalissmo con la globalizzazione è uno dei segnali di quanto la sinistra negli ultimi anni abbia assunto molto spesso le parole d’ordine e l’ideologia di riferimento del suo avversario, che un tempo si sarebbe chiamato avversario di classe.
L’internazionalismo non nega l’idea di nazione anzi inquadra la questione nazionale all’interno degli interessi generali del lavoro salariato e delle classi subalterne.
Domenico Moro nel suo ultimo lavoro, “La gabbia dell’euro, perchè uscirne è internazionalista e di sinistra“, decostruisce e smonta uno ad uno tutta una serie di luoghi comuni a sinistra sull’euro e sull’Unione europea, nella convinzione che questa è una delle questioni cardine da cui ripartire per ricostruire la sinistra in Italia e in Europa.

Taggato con: ,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.